Organizza la tua dispensa per un’alimentazione sana

Organizza la tua dispensa per un'alimentazione sana
Strumenti e Metodi

Organizza la tua dispensa per un’alimentazione sana

Per avere un’alimentazione sana, è importante creare un ambiente domestico che favorisce l’adozione di nuove abitudini alimentari. Un primo passo comune a chi vuole migliorare le proprie abitudini è andare a fare la spesa e scegliere cibi consigliati o noti per essere salutari. Tuttavia, succede spesso che dopo l’iniziale entusiasmo, questi alimenti finiscano per restare inutilizzati in cucina. Le ragioni possono essere diverse: mancanza di tempo, idee su come cucinarli, paura di assaggiare un gusto diverso o semplice dimenticanza. 

La dispensa può diventare un grande alleato se vuoi cambiare le tue abitudini. Se hai a disposizione poco tempo per preparare pasti durante la settimana, puoi scegliere cibi con tempi di cottura brevi. Per esempio, ci sono cereali sul mercato che richiedono solo 10 minuti di cottura. Puoi esplorare nuovi sapori utilizzando formati di cibi che già conosci, come la pasta fatta con cereali diversi dal frumento. Assaggiare pasta di farro o grano saraceno potrebbe essere meno intimidatorio rispetto a introdurre subito questi cereali in chicchi.

Quello che avrai in dispensa potrà poi cambiare con te durante il tuo percorso alimentare. Puoi iniziare acquistando una varietà nuova di legumi in scatola, che sono più facili da usare rispetto ai legumi secchi. Questo renderà più semplice avvicinarti a questo cibo.

Un consiglio che vorrei darti, inoltre, è di acquistare un ingrediente completamente nuovo solo se hai già deciso come cucinarlo e magari anche pianificato quando farlo. Altrimenti, c’è il rischio di metterlo in dispensa e di non usarlo mai. Qui potrai tenere inoltre cereali per la colazione, cracker, gallette, frutta secca e disidratata e altri prodotti adatti agli snack.

Anche in questo caso il consiglio è di non esagerare con l’acquisto di troppi prodotti diversi ma di scegliere quelli che intendi realmente includere nel tuo menù. La pianificazione è sempre di grande aiuto in questo senso.

Ricorda, inoltre, che la dispensa può essere un prezioso alleato ma anche una fonte di tentazioni. Potresti trovare snack e dolcetti che potresti consumare durante momenti di stress o stanchezza. Durante il mio personale percorso di miglioramento, ho scoperto l’importanza non solo di ciò che tengo in dispensa, ma anche di come è organizzata. Grazie all’aiuto di Luigia, una professionista dell’organizzazione, ho realizzato quanto l’organizzazione possa influenzare le tue scelte alimentari.

Per questo motivo, ho chiesto il suo aiuto per questo articolo, con l’obiettivo di fornirti strategie e strumenti utili per organizzare la tua dispensa in modo che diventi una risorsa positiva per te.

Ascolta i consigli di Luigia, OrganiZEN:

Sono felice di poter contribuire a questo articolo perché lo spazio, soprattutto quello della “dispensa” è veramente un ambiente che fornisce nutrimento a 360 gradi.

Portare attenzione alle regole dell’organizzazione dello spazio ti consente di fare un primo passo pratico verso i tuoi obiettivi di miglioramento. Non c’è da sottovalutare quanta chiarezza e leggerezza possano scaturire da questo processo, sia internamente che esternamente.

Ecco tre consigli che possono darti efficacia ed efficienza in dispensa:

1) Fai decluttering, eliminando il cibo superfluo. Per esempio, quel cibo scaduto, regalato, acquisti sbagliati che non consumi o che sono diventati inutili. Eliminare il superfluo consente, oltre che alleggerire lo spazio, di far venire a galla quello che davvero ti interessa avere, mangiare ed essere. Fare decluttering ti insegna a prendere decisioni e a non rimandare.

“Siamo quello che mangiamo” come cita il filosofo Ludwig Feuerbach. Fai decluttering e porta a galla il tuo cibo essenziale per te, adesso!

2) Dividi il cibo in categorie: questa è un’azione che semplifica, dà una visione più chiara di cosa possiedi, cosa manca o addirittura cosa compri spesso. Quando parlo di dividere in categorie intendo sia di alimenti ad esempio: farine, cereali, legumi, sughi, sia funzione d’uso come: colazione, merende e snack, scorte, condimenti, kit dolci etc

3) Raggruppa le categorie in vari contenitori: questo passaggio ti consente di ottimizzare i tempi di ricerca. Per esempio, avere un cestino dedicato alla colazione ti permette di avere tutto a portata di mano per una partenza più veloce e organizzata al mattino. Anche rimettere tutto al suo posto sarà pratico e veloce. Un contenitore è anche utile per dare un limite alle categorie e capire a colpo d’occhio se eccedi o manchi di un certo alimento.

Dopo aver fatto decluttering e organizzato gli alimenti in categorie, è ora di concentrarti sulla loro disposizione. Una pratica utile è quella di etichettare i contenitori in modo chiaro e visibile, in modo da sapere sempre cosa contiene ogni cassettiera o scaffale. Questo semplice passaggio ti renderà più agevole la ricerca degli ingredienti e ti aiuterà a mantenere l’ordine nel tempo.

Inoltre, cerca di sfruttare al massimo lo spazio verticale della dispensa installando mensole aggiuntive o alzatine. In questo modo, potrai ottimizzare ogni centimetro disponibile e rendere la tua dispensa più funzionale e accogliente.

Non dimenticare di dedicare un po’ di tempo ogni settimana per fare un rapido controllo e riordino della dispensa. Mantenere l’ordine costantemente ti aiuterà a evitare sprechi e a godere appieno di tutti i tesori culinari che hai a disposizione.

Ricorda, una dispensa ben organizzata è il cuore pulsante di una cucina felice e accogliente. Buon lavoro e buon appetito!

Articolo di Anna Bezzeccheri in collaborazione con Luigia, OrganiZEN

Contattami

    Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
    • Image
    • SKU
    • Rating
    • Price
    • Stock
    • Availability
    • Add to cart
    • Description
    • Content
    • Weight
    • Dimensions
    • Additional information
    Click outside to hide the comparison bar
    Compare